Quantcast

Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI    

Edizione provinciale di Belluno


Una fiammata del Cobra decide il test tra Dolomiti BL e Liapiave

Al Polisportivo (che per la prima volta accoglie la nuova società) finisce 2-1 dopo il vantaggio di Onescu e la risposta di Cattelan

Vai alla galleria

Dolomiti Bellunesi - Liapiave 2-1 

Reti: pt 19’ Onescu, 44’ Cattelan; st 35’ Corbanese.

Dolomiti Bellunesi: Masut; Petdji, Teso, Mosca (st 1’ Sommacal); Gjoshi, Onescu (st 10’ De Carli), Tibolla (st 10’ Vodopivec), Toniolo (st 16’ Piazza); De Paoli (st 26’ De Pellegrin); Sivilla (st 1’ Corbanese), Toffoli (st 1’ Posocco).
Allenatore: R. Lauria.

Liapiave: Kocjai, Furlan, Basei, Scarabel, Kostadinovic, Bardin, Agostini, Barra, Cattelan, Paladin, Zanetti.
Sono entrati: Bianchin, Santi, Gardenal, Padoan, Piovesan, Roma, Azoug.
Allenatore: P. Zoppas.

Note. Ammoniti Mosca, Kocjai. Spettatori 200 circa. Angoli 4-2 per la SSD Dolomiti Bellunesi.

Il polisportivo spalanca le porte alla SSD Dolomiti Bellunesi. Ed è la prima volta che lo stadio del capoluogo accoglie la neonata compagine, nata dalla fusione tra Belluno, San Giorgio Sedico e Union Feltre. Al cospetto di un avversario di Eccellenza come il Liapiave, e sotto un cielo stellato, i ragazzi di Lauria archiviano il quarto successo nel quinto test pre-campionato. Decisiva una prodezza di Simone Corbanese, a una decina di minuti dal gong.

Onescu usa la testa - È un periodo di sperimentazioni. Tanto è vero che capitan Cobra, almeno inizialmente, si accomoda in panchina (la fascia finirà al braccio di Mosca), mentre davanti agisce l’inedito tandem Sivilla-Toffoli, con De Paoli a supporto delle punte. Ai padroni di casa bastano meno di 20’ per sbloccare l’equilibrio: punizione dalla sinistra di Mosca e Onescu, di testa, indirizza la palla lì, dove Kocjai non può arrivare. Ma il Liapiave non ha raggiunto Belluno per una gita. Al contrario. Così, dopo essersi visti annullare una rete per fuorigioco a metà frazione, gli ospiti agguantano il pari a 60 secondi dall’intervallo, grazie a Cattelan, abile a girarsi in un fazzoletto e a fulminare Masut con un preciso rasoterra.

Decide Cobra - Al rientro dagli spogliatoi, i dolomitici in completo fucsia spingono sull’acceleratore. E mentre De Paoli (corsa, tecnica e sostanza: buona prova dell’ex Monza) fa le prove generali per il gol e lambisce il palo, a colorare la serata con le tonalità del successo è uno che, del polisportivo, conosce pure gli angoli più remoti: Simone Corbanese. Controllo volante, bolide di prima intenzione e la sfera si insacca vicino all’incrocio: un film già visto. E destinato a ripetersi: il Cobra c’è.

L'analisi - «Stiamo provando nuovi modi di attaccare - argomenta mister Renato Lauria, al termine del confronto - e di difendere. Nel primo tempo non eravamo tutti connessi sulla stessa idea e mancavano i sincronismi. Nel secondo, invece, la squadra è stata più ordinata. E il gioco si è sviluppato su frequenze più veloci». Non manca un riferimento sui singoli: «Sivilla ha fatto benissimo, deve solo aumentare il minutaggio. E con Corbanese si trova al meglio, anche se stavolta ho preferito separarli. De Paoli? È un patrimonio per la società: ha qualità tecniche e atletiche che in pochi possono vantare. Deve solo trovare il modo di sfruttarle, con l’aiuto di tutti: il suo potenziale è enorme. In generale, abbiamo un bel gruppo di giovani».

Si va a Udine - Finora la SSD Dolomiti Bellunesi ha sempre giocato all’interno dei confini provinciali: cinque volte su cinque. E la prima trasferta non poteva che coincidere con un appuntamento speciale. Sì, perché sabato (ore 16, alla Dacia Arena) il gruppo di Lauria sarà impegnato a Udine contro i bianconeri di Serie A. Un test di lusso, ricco di stimoli e suggestioni, in cui i “blancos” dolomitici (anche se la nuova maglia verrà presentata solo nei prossimi giorni) affronteranno fuoriclasse del calibro di Deulofeu e Okaka, Silvestri e Pereyra.

Ufficio stampa Dolomiti Bellunesi

Galleria fotografica
Print Friendly and PDF
  Scritto da Redazione Venetogol il 02/09/2021
 

Altri articoli dalla provincia...






Un Cobra nella tana dei lupi: "Avversario forte, ma nessuna paura"

"Cinica, fredda e lucida: servirà questa SDD Dolomiti Bellunesi per fare risultato". Con tre aggettivi, Simone Corbanese fotografa in maniera efficace la versione dolomitica che dovrà andare in scena nel big match di domani (domenica 26). All’orizzonte, infatti, c’è la prima trasferta ufficiale nella...leggi
25/09/2021








Dolomiti Bellunesi: con Francesco De Carli il futuro è adesso

Dopo otto giocatori di esperienza, è il momento di arricchire la batteria dei fuoriquota. E di puntare le luci dei riflettori sui giovani. In questo senso, Francesco De Carli ha deciso di unirsi alla nuova avventura della Dolomiti Bellunesi. Ha solo 20 anni, eppure può essere consid...leggi
15/07/2021

Serie D. Dolomiti Bellunesi: l'ottavo tassello è Francesco Posocco

Un’altra freccia nella faretra a disposizione di mister Lauria: Francesco Posocco è un nuovo giocatore della neonata Dolomiti Bellunesi. Volto arcinoto del polisportivo, Posocco ha indossato la maglia gialloblù nella scorsa annata e, ancor prima, nel 2014-2015: una stagione in...leggi
14/07/2021


Movimenti di mercato per Campigo, Fiori Barp Mas e Nuova Loreggia

In Promozione la rosa del Campigo si arricchisce di altri due elementi in aggiunta a quelli già riportati. Uno è il difensore centrale classe 1997 Gioele Rizzo (nella foto a lato insieme al presidente Adriano Valentini), ex Godigese, Istrana e CornudaCrocetta fra le altre. ...leggi
06/07/2021


Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,03197 secondi