Quantcast

Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI    

Edizione provinciale di Belluno


Virtus Verona chirurgica, ma piace la prima versione dolomitica

Bellunesi battuti 1-4 nel test di Feltre

Vai alla galleria

DOLOMITI BELLUNESI - VIRTUS VERONA 1-4

Reti: pt 6’ e 43’ Sinani, 37’ Begheldo; st 33’ Casarotto, 35’ Macchioni.

Dolomiti Bellunesi (primo tempo): Saccon, Pasqualino, Pettinà, Sommacal, Alari, De Paoli, De Carli, Casella, Corbanese, Artioli, A. Cossalter.

Dolomiti Bellunesi (secondo tempo): Virvilas; Conti (43’ Nwoke), Pettinà (15’ T. Cossalter), Toniolo; Cucchisi, Onescu, Arcopinto (24’ Perez), Macchioni (43’ Fremiotti); Estévez (24’ Faraon), Svidercoschi, Vinciguerra.
Allenatore: Brando.

Virtus Verona: Cella, Munaretti, Sinani, Danti, Manfrin, Amadio, Vesentini, Lonardi, Tronchin, Sibi, Faedo.
Sono entrati: Freddi, Leggero, Donfack, Ruggero, Mazzolo, Turra, Bagatti, Begheldo, Hallfredsson, Vesentini, Santi, Gomez, Ferrarese, Casarotto.
Allenatore: Fresco.

Arbitro: Balcon di Belluno (assistenti: Collazuol e Notini).

Note. Spettatori: 200 circa. Angoli: 3-1 per la Virtus Verona. Ammonio: Onescu. Recupero: pt 3’; st 3’.

La Virtus Verona fa valere la categoria di differenza: almeno in termini di risultato. Perché sul piano del gioco la SSD Dolomiti Bellunesi ha “rubato l’occhio”. E messo in mostra sprazzi di buonissimo calcio. Anche nel primo tempo, a dispetto di uno 0-3 figlio soprattutto della precisione in zona gol del gruppo di Gigi Fresco. Nella ripresa, poi, i padroni di casa si sono meritati gli applausi convinti del pubblico accorso allo Zugni Tauro: per la rete di Macchioni, la traversa di Conti. E tanto altro.

Vestito tattico - La prima versione dolomitica si srotola in un 3-4-1-2, in cui la retroguardia vede in Alari il suo perno, con Sommacal e Pettinà ai lati, mentre a tutta fascia sfrecciano Pasqualino a destra e De Paoli a sinistra, con Casella e De Carli nel cuore della mediana e Artioli alle spalle del tandem d’attacco formato da Corbanese e Alex Cossalter.

Sinani suona due volte - Con quattro giorni di lavoro nelle gambe, ogni tipo di indicazione lascia il tempo che trova. Eppure? Eppure la SSD Dolomiti Bellunesi dà l’impressione di essere una squadra a cui piace giocare la palla, anche a costo di prendersi qualche rischio. E tiene il campo con personalità. Ovvio che qualche errore in fase di costruzione, a fine luglio, sia da mettere da preventivo. Ed è proprio da un paio di palloni persi che nascono le ripartenze fatali di una Virtus Verona cinica e spietata. Come quell’Ismet Sinani che già lo scorso anno, in maglia Levico e proprio allo Zugni Tauro, aveva infilato la porta dolomitica. E, pure stavolta, Sinani bussa. Anzi, suona come il postino: due volte: in apertura (6’) e chiusura di tempo (43’). Nel mezzo, un diagonale chirurgico di Begheldo non lascia scampo a Saccon.

Gol della bandiera - Al rientro dall’intervallo, mister Brando cambia dieci undicesimi e davanti vara il tridente formato da Estévez, Svidercoschi e Vinciguerra. Ed è proprio quest'ultimo a servire a Macchioni il pallone che vale il gol della bandiera, a un paio di minuti di distanza dal poker firmato Casarotto. Insomma, buone indicazioni. Unica nota negativa? L’infortunio occorso nel finale al portiere Virvilas.

Il verbo di Brando - «Era importante iniziare a giocare insieme - sono le parole del tecnico Lucio Brando - dopo pochissimi allenamenti. Gli errori? Sono l’aspetto meno preoccupante. Va tolta qualche scoria dovuta alla lunga inattività. In ogni caso, abbiamo cercato di tenere il pallino per 90’ a prescindere dai ruoli. E siamo rimasti più nella metà campo avversaria, che non nella nostra. Continuiamo a lavorare e ad avere questo tipo di atteggiamento». E domani (ore 16.30, ad Auronzo di Cadore) si replica col Venezia.

Comunicato Dolomiti Bellunesi

Galleria fotografica
  • Corbanese in azione
  • Macchioni gol
  • Squadra schierata
Print Friendly and PDF
  Scritto da Redazione Venetogol il 29/07/2022
 

Altri articoli dalla provincia...




Angelo Cesca commenta il nuovo girone I di Prima categoria

Proseguiamo l’analisi dei campionati con il girone I di Prima categoria. Abbiamo chiesto un commento ad Angelo Cesca (nella foto), allenatore della Valdosport. E' la sua terza esperienza a Valdobbiadene: la prima nel 2008/2009, la seconda nel 2016/2017. ...leggi
05/09/2022






Notizie da Luparense, Cjarlins, Istrana, Cornedo e Limana Cavarzano

Nella foto a lato: il DS Davide Santagiuliana con Tommaso Equizi (Virtus Cornedo). Nella galleria in basso: Alberto Milan (Luparense), Jacopo Fedrizzi con il presidente Vincenzo Zanutta (Cjarlins Muzane), Simone Caser e Tommaso Vivian (Unione Limana Cavarzano). In Serie D la ...leggi
23/07/2022

Serie D. News da Campodarsego, Luparense, Dolomiti, Montecchio ed Este

Nella foto a lato: i due volti nuovi del Campodarsego. Nella galleria in basso: Mattia Persano (Luparense), Alessandro Pasqualino (Dolomiti Bellunesi), il presidente Renzo Lucchiari con Giovanni Cogo (Este) e Christopher Borgo, nuovo acquisto del DG Gianluca Biasio (Montecchio). Notizie dalla Serie ...leggi
20/07/2022








Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,03406 secondi