Quantcast

Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI    

Edizione provinciale di Belluno


La Dolomiti Bellunesi tiene testa alla Triestina al "Nereo Rocco"

Padroni di casa vittoriosi 2-0 nell'allenamento congiunto

Vai alla galleria

Triestina-Dolomiti Bellunesi 2-0

Reti: pt 18’ Lombardi; st 8’ Ganz.

Triestina (primo tempo): Groaz, Ghislandi, Rocchetti, Crimi, Rocchi, Sottini, Felici, Pezzella, Petrelli, Lombardi, Adorante.

Triestina (secondo tempo): Groaz, Baldi, Sabbione, Rocchi, Rocchetti (22’ Sarzi Puttini), Lombardi (18’ Furlan), Lovisa, Pellacani (22’ Galliani), Felici, Petrelli, Ganz.

Allenatore: Bonatti.

Dolomiti Bellunesi (primo tempo): Virvilas, Pasqualino, Macchioni, Onescu, Alari, Pettinà, De Paoli, Casella, Svidercoschi, Artioli, Vinciguerra.

Dolomiti Bellunesi (secondo tempo): Saccon, Cucchisi, Sommacal, Alari (24’ Pettinà), Toniolo, Arcopinto, De Carli, Faraon, A. Cossalter, Corbanese, Estévez.

Allenatore: Brando.

Arbitro: Federico Tritta di Trieste.
Assistenti: Diego Sokolic e Ludovico Banova di Trieste.

Note. La gara si è svolta a porte chiusa. Angoli: 8-2 per la Triestina. Recupero: pt 1’; st 0’.

La SSD Dolomiti Bellunesi lievita come il pane in forno: a livello di gioco, di sicurezza, di convinzione. Un segnale confortante era già arrivato col Pordenone (all’ora di gioco il punteggio era sul 2-2). E un’ulteriore conferma emerge forte e chiara da uno scenario maestoso come lo stadio “Nereo Rocco” di Trieste, dove è andato in scena l’allenamento congiunto con i padroni di casa della Triestina. Vittoriosi sì, ma non senza fatica. I dolomitici, infatti, hanno tenuto bene il campo e concesso poco: un gol per tempo e qualche occasione qui e lì. Insomma, il bilancio è ampiamente in attivo.

Pericolosi - A spezzare l’equilibrio, al 18’, è un atleta che vanta più di 30 presenze nella massima serie, nobilitate da due reti: Cristiano Lombardi. L’ex Lazio e Benevento sfrutta un preciso cross di Rocchetti e, di testa, infila nel sacco. Ma i dolomitici non restano a guardare. Al contrario, si rendono pericolosi in almeno un paio di circostanze: con Vinciguerra, abile a sfruttare un rimpallo e a incunearsi in area, anche se il tiro termina alto. E soprattutto con Macchioni, che calcia a colpo sicuro, su invito di De Paoli dalla destra, ma centra inavvertitamente il compagno di squadra Vinciguerra. In ogni caso, applausi.

Figlio d'arte - La ripresa, però, si apre nel segno del figlio d’arte: Simone Andrea Ganz. Il primogenito del grande Maurizio (attaccante da 208 reti fra i professionisti) riceve una sponda di Rocchi e non perdona: 2-0. È il preludio di una goleada dei padroni di casa? No, perché i ragazzi di mister Brando sono ordinati, compatti, provano pure a ripartire e a farsi vedere nella metà campo avversara. E alla fine rimediano una sconfitta con contorni così positivi, da assomigliare a una vittoria.

L'analisi - «La Triestina è una squadra forte - analizza mister Lucio Brando - ben organizzata e ben allenata. Siamo stati bravi a livello dinamico. In quattro uscite uscite abbiamo affrontato quattro avversari con moduli diversi. E mi fa piacere, perché ampliamo un bagaglio che ci sarà utile per il futuro». Brando individua pure una stonatura: «Abbiamo messo in difficoltà la Triestina e rischiato poco, ma mi disturba il modo in cui abbiamo incassato i due gol. Queste sono squadre che ti castigano se lasci anche solo mezzo metro». Nel frattempo, il prossimo impegno è in calendario sabato 13 (ore 16.30), allo stadio Zugni Tauro, dove andrà in scena un confronto con una compagine di Promozione: la Marosticense.

Comunicato Dolomiti Bellunesi

Galleria fotografica
Print Friendly and PDF
  Scritto da Redazione Venetogol il 11/08/2022
 

Altri articoli dalla provincia...










Serie D. Pellielo torna a Este, Brando (ex Dolomiti) mister del Prato

Nella foto a lato: Pellielo con Stefano Marchetti. In Serie D l'Este registra il ritorno del centrocampista centrale classe 2000 Mattia Pellielo, ex Arzignano, Delta Porto Tolle e Levico Terme. Nella scorsa stagione ha disputato 18 partite in giallorosso, impreziosite da due assist ...leggi
27/10/2022



Dolomiti BL, c'è il Campodarsego: "Ragioniamo come un blocco unico"

Alla ricerca di una vittoria che manca ormai da un mese: dal 2-0 al Torviscosa, datato 17 settembre. Ma l’ostacolo che si presenta di fronte alla SSD Dolomiti Bellunesi è rilevante. Perché domani (domenica 16, ore 15), allo stadio Zugni Tauro di Feltre arriverà il Campodarsego. Una formazione navigata, arc...leggi
15/10/2022

Serie D. Dolomiti Bellunesi a Mestre in cerca di punti

Dopo due trasferte a vuoto, ad Adria e Bolzano, la SSD Dolomiti Bellunesi vuole assolutamente sbloccarsi lontano dalle mura amiche. E domani (domenica 9, ore 15) sarà di scena allo stadio “Baracca”, dove affronterà i padroni di casa del Mestre. Una squadra con cui i dolomitici condividono l’avvio sten...leggi
08/10/2022





Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,03683 secondi