Quantcast

Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI    

Edizione provinciale di Belluno


Serie D. Con il Cartigliano la Dolomiti Bellunesi incassa un altro 4-2

Esordio amaro per il nuovo tecnico Diego Zanin

Vai alla galleria

Serie D, girone C, 5^ giornata

DOLOMITI BELLUNESI - CARTIGLIANO 2-4

Reti: pt 6’ Barzon, 43’ A. Cossalter; st 11’ Stevanin, 32’ Buson, 45’ Artioli, 47’ Scapin.

Dolomiti Bellunesi: Virvilas; Pasqualino, Alari, Pettinà, Toniolo; Artioli, Casella (st 22’ De Paoli), De Carli (pt 37’ Arcopinto); A. Cossalter; Corbanese, Svidercoschi (st 27’ Onescu).
A disposizione: Saccon, Sommacal, Conti, T. Cossalter, Alcides, Estévez.
Allenatore: D. Zanin.

Cartigliano: Melone, Pregnolato (st 1’ Pilotto), Stevanin, Boudraa, Miniati, Buson, Griggio (st 22’ Gobbetti), G. Scapin, T. Scapin (st 19’ Di Gennaro), Barzon (st 44’ Pelizzer), Giacobbo (st 14’ Tonin).
A disposizione: Scanagatta, Brugnolo, Pan, Baggio.
Allenatore: A. Ferronato.

Arbitro: Piero Marangone di Udine.
Assistenti: Riccardo Bonicelli di Bergamo e Francesca Pia Algieri di Milano.

Note. Spettatori: 400 circa. Ammoniti: Pregnolato, Casella, Stevanin, Pilotto. Angoli: 7-4 per la SSD Dolomiti Bellunesi. Recupero: pt 3’; st 5’.

La settimana maledetta si conclude con un altro 4-2 al passivo: dopo quello di Bolzano, prende forma una nuova sconfitta. E con gli stessi contorni. Questa volta allo stadio Zugni Tauro di Feltre, dove a passare è il Cartigliano, che rende così amaro il debutto in panchina di mister Diego Zanin. Fatali un paio di disattenzioni difensive, soprattutto su palla inattiva: la prodezza di Alex Cossalter e il tap-in di Artioli non bastano. La SSD Dolomiti Bellunesi rimedia il quarto ko in cinque partite. E si trova ora in fondo alla classifica, a pari merito con il Mestre: un avversario che Corbanese e compagni affronteranno domenica prossima in trasferta.

Assetto - Cambia il tecnico? E pure l’assetto: la difesa, infatti, si srotola a quattro, mentre il centrocampo è a rombo, con Casella vertice basso e Alex Cossalter alto. Davanti, invece, c’è un tandem: Corbanese insieme a Svidercoschi. È un inedito assoluto. Ma la partenza è tutta in salita, visto che al 6’ Barzon inventa un gran sinistro su cui Virvilas non può arrivare: il tiro è preciso, potente, angolato. In una parola: vincente. Come di consueto, il Cartigliano mantiene fede al suo Dna: una squadra organizzata, molto ben messa in campo e poco propensa a concedere spazi. In più, in casa dolomitica, ci si mette pure la cattiva sorte, se è vero che De Carli è costretto a uscire per un infortunio alla caviglia a ridosso dell’intervallo. I padroni di casa, comunque, non mollano. Anzi, continuano a spingere. E trovano il pareggio sull’asse Artioli-Cossalter: cross d’esterno del “diez”, spettacolare girata di Alex. E Melone è scavalcato: 1-1.

Corner fatali - Rinfrancata dal gol, la SSD Dolomiti Bellunesi si affaccia al secondo tempo con intraprendenza e sfiora il bersaglio con Arcopinto e Corbanese (colpo di testa fuori di un soffio), salvo poi capitolare all’11' sugli sviluppi di un corner: la deviazione decisiva è dell’ex terzino dell’Union Feltre, Stevanin. Corner che risulterà indigesto pure attorno alla mezz’ora, quando Buson svetta nel cuore dell’area e confeziona il tris. Il gruppo di Zanin non ci sta e accorcia le distanze allo scadere, grazie a un tocco sotto porta di Artioli, sulla corta respinta del portiere Melone. L’ultimo acuto, però, è ancora del Cartigliano: in contropiede, chiude i conti Scapin.

Le parole di Zanin - «Essendo arrivato solo venerdì - sono le parole di Diego Zanin, nel post partita - oggi, più che un allenatore, ero soprattutto un osservatore. Ho provato a dare degli input morali e la squadra ha risposto: ha avuto una buona reazione, non si è lasciata andare ed è riuscita a tenere la gara aperta. Poi altre cose andranno migliorate». A cominciare dalle palle inattive: «Sì, i nostri avversari hanno segnato con troppa facilità, peraltro nel nostro momento migliore. In ogni caso, lo ripeto, i ragazzi si sono battuti e ci hanno provato fino all'ultimo minuto. Dobbiamo crescere, è ovvio: se abbiamo questa classifica, significa che c’è bisogno di tanto lavoro».

Ufficio stampa Dolomiti Bellunesi

Immagini di Giuseppe De Zanet

Galleria fotografica
  • Esulta Alex Cossalter
  • Corbanese addomestica la sfera
  • Undici dolomitico
Print Friendly and PDF
  Scritto da Redazione Venetogol il 02/10/2022
 

Altri articoli dalla provincia...










Serie D. Pellielo torna a Este, Brando (ex Dolomiti) mister del Prato

Nella foto a lato: Pellielo con Stefano Marchetti. In Serie D l'Este registra il ritorno del centrocampista centrale classe 2000 Mattia Pellielo, ex Arzignano, Delta Porto Tolle e Levico Terme. Nella scorsa stagione ha disputato 18 partite in giallorosso, impreziosite da due assist ...leggi
27/10/2022



Dolomiti BL, c'è il Campodarsego: "Ragioniamo come un blocco unico"

Alla ricerca di una vittoria che manca ormai da un mese: dal 2-0 al Torviscosa, datato 17 settembre. Ma l’ostacolo che si presenta di fronte alla SSD Dolomiti Bellunesi è rilevante. Perché domani (domenica 16, ore 15), allo stadio Zugni Tauro di Feltre arriverà il Campodarsego. Una formazione navigata, arc...leggi
15/10/2022

Serie D. Dolomiti Bellunesi a Mestre in cerca di punti

Dopo due trasferte a vuoto, ad Adria e Bolzano, la SSD Dolomiti Bellunesi vuole assolutamente sbloccarsi lontano dalle mura amiche. E domani (domenica 9, ore 15) sarà di scena allo stadio “Baracca”, dove affronterà i padroni di casa del Mestre. Una squadra con cui i dolomitici condividono l’avvio sten...leggi
08/10/2022



Angelo Cesca commenta il nuovo girone I di Prima categoria

Proseguiamo l’analisi dei campionati con il girone I di Prima categoria. Abbiamo chiesto un commento ad Angelo Cesca (nella foto), allenatore della Valdosport. E' la sua terza esperienza a Valdobbiadene: la prima nel 2008/2009, la seconda nel 2016/2017. ...leggi
05/09/2022


Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,03549 secondi