Quantcast

Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI    

Edizione provinciale di Belluno


Serie D. Dolomiti Bellunesi a Mestre in cerca di punti

"Ora è uno scontro salvezza, affrontiamolo con umiltà"

Vai alla galleria

Dopo due trasferte a vuoto, ad Adria e Bolzano, la SSD Dolomiti Bellunesi vuole assolutamente sbloccarsi lontano dalle mura amiche. E domani (domenica 9, ore 15) sarà di scena allo stadio “Baracca”, dove affronterà i padroni di casa del Mestre. Una squadra con cui i dolomitici condividono l’avvio stentato (una vittoria, quattro sconfitte). E l’attuale ultima piazza della graduatoria.

Aspetti da sistemare - Nel frattempo, Diego Zanin ha già saldamente in mano il timone: «In occasione della sfida con il Cartigliano, ho solo osservato e preso contatto con l’ambiente. Da martedì, invece, ho iniziato a lavorare in maniera dettagliata con il gruppo e a programmare l’intera settimana. In particolare, ci siamo concentrati sui principali aspetti da sistemare». Il mister non ha toccato delle corde particolari: «A dir la verità le ho toccate un po’ tutte. A livello tattico, tecnico, motivazionale. Quando sei ultimo, devi agire e prestare attenzione a 360 gradi».

Al sodo - L’ex allenatore di Treviso, Venezia e Reggina bada al sodo: «Smettiamola col dire che siamo forti, belli e bravi. Ci troviamo in fondo alla graduatoria ed è bene che il quadro attuale si percepisca al più presto. Come è bene che, in una squadra giovane, i più esperti trasferiscano l’importanza del momento, affinché ognuno comprenda in quale situazione ci troviamo».

Umiltà - Un altro “avversario” da affrontare è la pressione. «È normale che sia così - riprende Zanin - nel momento in cui hai appena cambiato il tecnico e i risultati non arrivano. Lo sappiamo, la miglior medicina è sempre la vittoria. In ogni caso, tengo a rimarcare che il gruppo ha lavorato bene anche nella precedente gestione». Di conseguenza, la base per ripartire c’è: «Solo che la fortuna dobbiamo cercarla e meritarla noi, non aspettare che piova dal cielo. Come non possiamo attendere il colpo del singolo. Per rialzarci ci vuole coralità». Il mister guarda in faccia la realtà: «Quello di Mestre è uno scontro salvezza, lo dicono i numeri. Dobbiamo rimanere tranquilli e affrontare l’impegno con serenità, ma anche con l’umiltà di una squadra consapevole di aver sbagliato molto».

Infermeria e designazione - Al “Baracca”, oltre a Vinciguerra, i dolomitici dovranno rinunciare a Macchioni, in fase di recupero in seguito all’infortunio alla caviglia rimediato col Torviscosa. A proposito di problemi alla caviglia, sull’utilizzo o meno di De Carli si deciderà solo in extremis. L’arbitro dell’incontro è Cosimo Papi di Prato, affiancato da Stefano Girgenti di Ferrata e Luca Caminati di Forlì.

Ufficio stampa Dolomiti Bellunesi

Immagine di Giuseppe De Zanet

Galleria fotografica
Print Friendly and PDF
  Scritto da Redazione Venetogol il 08/10/2022
 

Altri articoli dalla provincia...










Serie D. Pellielo torna a Este, Brando (ex Dolomiti) mister del Prato

Nella foto a lato: Pellielo con Stefano Marchetti. In Serie D l'Este registra il ritorno del centrocampista centrale classe 2000 Mattia Pellielo, ex Arzignano, Delta Porto Tolle e Levico Terme. Nella scorsa stagione ha disputato 18 partite in giallorosso, impreziosite da due assist ...leggi
27/10/2022



Dolomiti BL, c'è il Campodarsego: "Ragioniamo come un blocco unico"

Alla ricerca di una vittoria che manca ormai da un mese: dal 2-0 al Torviscosa, datato 17 settembre. Ma l’ostacolo che si presenta di fronte alla SSD Dolomiti Bellunesi è rilevante. Perché domani (domenica 16, ore 15), allo stadio Zugni Tauro di Feltre arriverà il Campodarsego. Una formazione navigata, arc...leggi
15/10/2022




Angelo Cesca commenta il nuovo girone I di Prima categoria

Proseguiamo l’analisi dei campionati con il girone I di Prima categoria. Abbiamo chiesto un commento ad Angelo Cesca (nella foto), allenatore della Valdosport. E' la sua terza esperienza a Valdobbiadene: la prima nel 2008/2009, la seconda nel 2016/2017. ...leggi
05/09/2022


Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,03519 secondi