Quantcast

Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI    

Edizione provinciale di Padova


Luparense e Mestre non si fanno male nel gran giorno di Zironelli

Serie D. Reti bianche allo stadio "Baracca", con tanti ex

Serie D, girone C, 12^ giornata

Una partita troppo importante per esser fallita, in cui occorrerà una pronta reazione dopo aver totalizzato un solo punto negli ultimi due turni di campionato. Lupi oggi impegnati sull’ostico campo del Mestre, avversario nella cui rosa figurano diversi giocatori transitati da San Martino di Lupari (su tutti Pilastro e Severgnini oggi titolari, con Cardellino squalificato e Chajari infortunato) e pronto a dar battaglia, forte di sei risultati utili nelle ultime sette partite. Anche tra i Lupi figurano tanti ex: nell’undici titolare quest’oggi spiccano capitan Rubbo, Beccaro, Casarotto, De Leo e Bussi, oltre ovviamente allo stesso mister Zironelli (nella foto), al quale il pubblico mestrino riserva una standing ovation calorosa poco prima del calcio d’inizio ed uno striscione celebrativo esposto per qualche istante nella roccaforte neroarancio. Mestre quest’oggi in sostanziale emergenza nel reparto offensivo, con Segalina ed Ortega costretti a sacrificarsi sul fronte d’attacco; per la Luparense invece l’unica novità di rilievo è data dal rientro dal primo minuto di Pio Russo sull’out di sinistra, dovendo Bussi spelleggiare Gnago in attacco per sopperire all’assenza di Persano.

La cronaca

La partita inizia all’apparenza bene per gli ospiti, con una buona continuità conferita al possesso palla ed alcune buone iniziative: al 7’ corner di Beltrame e conclusione col mancino di Solerio, che impegna severamente Albieri. Sul fronte opposto Pilastro testa invece i riflessi di Voltan con un gran destro dal limite. Dopo venti minuti i padroni di casa sono costretti a reinventarsi causa infortunio di Mele: Zecchin avanza Servegnini a sorreggere l’attacco, con Pilastro alle proprie spalle ed Ortega largo sull’ esterno destro nel 4-2-3-1. Luparense che insiste: al 24’ Gnago serve con precisione Beltrame, che però calcia tra le mani di Albieri. Alla mezz’ora è nuovamente protagonista Solerio, la cui conclusione sorvola però la traversa. Sempre l’ex Giana Erminio insidia la porta avversaria sugli sviluppi di palla inattiva, senza fortuna (41’). Una delle migliori occasioni del primo tempo se la ritaglia ancora Pilastro, voglioso di mettersi in mostra al cospetto della sua ex squadra e capace di impegnare in modo serio Voltan in chiusura di primo tempo. Reti bianche all’intervallo e tutto ancora in gioco in vista della ripresa.

In avvio di secondo tempo, i rossoblù si rendono nuovamente pericolosi sui calci da fermo: calcio di punizione di De Leo ed inzuccata di Maset, controllata in affanno da Albieri. Produce tanto nel gioco aereo la Luparense: al 51’ traversone di Russo e colpo di testa di Bussi che sfiora il palo. Oltrepassata l’ora di gioco pare necessaria una svolta, anche a costo di ridisegnare l’assetto tattico: fuori Gnago e dentro finalmente Beccaro dopo varie domeniche d’assenza (mancava dalla partita con il Villafranca Veronese), con Bussi che va a fare la prima punta e Rubbo insieme all’ex Sudtirol a spalleggiarlo. A 20’ dalla fine è però il Mestre a costruire le occasioni di maggior rilievo grazie all’inventiva di Nahuel Ortega, che prima mette in apprensione Voltan con un bolide dalla distanza, poi svetta di testa in piena area e mette a lato di poco. Padroni di casa ancora pericolosi con Gabrieli, che chiama in causa l’estremo difensore rossoblù con una conclusione dalla lunga distanza. Doppia chance invece per i Lupi al 90’, con un colpo di testa fuori misura di Beccaro ed il destro insidioso di Beltrame. Ma è un nulla di fatto allo stadio Francesco Baracca, dove i ragazzi di mister Zironelli inanellano il secondo pareggio consecutivo e si vedono agganciati in classifica dal Cartigliano a quota 18. Non certamente la miglior performance stagionale, con la nota lieta del ritorno in campo di Beccaro. Chiaro che nel doppio derby con Campodarsego ed Este occorrerà tutt’altro mordente per traguardare il bottino pieno, con l’attacco che ha realizzato una sola rete in 180’, nonostante un buon numero di occasioni. I margini di miglioramento indubbiamente ci sono, ma ora occorre iniziare a scalare la classifica, che fortunatamente rimane ancora corta lì davanti.

MESTRE - LUPARENSE 0-0

Mestre (4-2-3-1) Albieri; Ndoj, Politti, Feltrin, Mele (22′ Gabrieli); Finazzi (63′ Fabbri), Pilastro (55′ Nicoloso); Corteggiano, Ortega, Segalina (94′ Pilotto); Severgnini.
Allenatore: Zecchin.
A disposizione: Borrelli, Pasian, Pizzul, Varotto, Bortolin.

Luparense (3-4-1-2) Voltan; Maset (84′ Manè), Solerio, Zanini; Beltrame, De Leo (76′ Boscolo), Casarotto, Russo (76′ Cabianca); Rubbo; Gnago (68′ Beccaro), Bussi (84′ Cescon).
Allenatore: Zironelli.
A disposizione: Milan, Mariutto, Frison, Bia.

Arbitro: Antonio Monesi (Crotone).
Assistenti: Matteo Laconi (Cagliari), Flavio Pisu (Oristano).

Note.  Ammonizioni: Segalina (M) 70′, Ortega (M) 73′. Calci d'angolo: 2-6. Minuti di recupero: pt 2; st 4. Spettatori 400 circa.

Ufficio stampa Luparense

Print Friendly and PDF
  Scritto da Redazione Venetogol il 21/11/2022
 

Altri articoli dalla provincia...






Luparense. L'avvocato Antonio Dario è il nuovo direttore generale

La Luparense Fc comunica di aver affidato con effetto immediato l’incarico di direttore generale all’avvocato Antonio Dario, già dirigente della Luparense c5 tra il 2003 ed il 2009. Il presidente Stefano Zarattini e tutta la società rossoblù accolgono con grande soddisfazione il rito...leggi
11/11/2022






Soluzione interna ad Abano: il nuovo direttore sportivo è Gigi Capuzzo

Dopo alcune settimane di riflessione, l’Abano ha sciolto le riserve per quanto riguarda il nome del nuovo direttore sportivo: la società ha deciso per una soluzione interna affidando l’incarico direttamente a Gigi Capuzzo, già inserito nell’organigramma neroverde nelle vesti di responsabile del settor...leggi
21/10/2022



Dolomiti BL, c'è il Campodarsego: "Ragioniamo come un blocco unico"

Alla ricerca di una vittoria che manca ormai da un mese: dal 2-0 al Torviscosa, datato 17 settembre. Ma l’ostacolo che si presenta di fronte alla SSD Dolomiti Bellunesi è rilevante. Perché domani (domenica 16, ore 15), allo stadio Zugni Tauro di Feltre arriverà il Campodarsego. Una formazione navigata, arc...leggi
15/10/2022




Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,07888 secondi