Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI    

Edizione provinciale di Padova


Coppa Veneto Promozione. E' all-in Mestrino! Godigese al tappeto 2-0!

Una doppietta di Masiero regala la Coppa Veneto Promozione ai padovani. E\' il double!

Vai alla galleria

Nella foto: la gioia dei giocatori del Mestrino col Trofeo Veneto Promozione.

Mestrino-Godigese 2-0

Mestrino: Giacomo Fantin, Marconato (29’ st Matteo Fantin) , Frizzo, Turetta, Marin, Gomiero, Tonus. Giovanni Fantin, Spessato, Masiero, Rampazzo

A disposizione: 12 Maregotto, 13 Giordani, 15 Norbiato, 16 Mezzalira, 17 Peruzzo, 18 Pescante

Allenatore: Roberto Spollon

Godigese: Marcato, Dalla Costa Civiero, Marangon, Cecchetto, Marchesan, Floriani, Bellio, Cirotto (35’ st Pasquetti), Lazzaro, Santin (39’ st Alberton)

A disposizione: 12 Bertonello, 13 Sandri, 14 Fraccaro, 16 Cecchin, 18 Martinello

Allenatore: Luca Pozzobon

Arbitro: Andrè Scialla sez. di Vicenza

Assistenti: Dalla Vittoria sez. di Verona e Tomasi  sez. di Schio

Reti: 14’ st Masiero, 46’ st Masiero

Note. Serata temperata, temperatura di 22 gradi, terreno molle ma in buone condizioni, illuminazione ottima, spettatori 700 circa

Ammoniti: Marchesan

Recupero: pt 1’ st 4’

Camposampiero. Si accende il verde…e il Mestrino ha via libera. Decisivo un “golasso” di Masiero, il gesto più applaudito della serata a sancire il divario tra la formazione di Roberto Spollon e l’undici di Castello di Godego. Il Mestrino a dieci giorni dal trionfo in campionato, sul terreno di Camposampiero ha bissato l’acuto nel Trofeo Regione Veneto della Promozione e ora guarda allo Slam della categoria. La serata mite fa da stimolo alla finale. E’ un trofeo che fa gola ad entrambi i club e la Godigese nel pre-gara cerca la giusta carica  e l’ideale concentrazione stringendosi in cerchio.
Il Mestrino approccia il match con minore tensione sciogliendo le gambe nel rituale riscaldamento. La vittoria in campionato è sintomo di appagamento. La formazione di Roberto Spollon ci tiene a ben figurare e in campo scende l’undici titolare che ha fatto saltare il banco nel girone C. Al via del berico Scialla la sfida prende subito slancio, il campo  esprime un grande vigore atletico a scapito di alcune incomprensioni nei movimenti di squadra. C’è parecchia frenesia nel voler arrivare al tiro senza dare la dovuta linearità alla manovra collettiva.
L’individualismo nel riversare l’azione nella metà campo avversaria è limitato nel gioco palla a terra e anche le continue uscite degli esterni troppo spesso sono ignorate per l’egoismo manifestato dagli attaccanti. Il match resta comunque vivace, forse troppo, perché tutta l’evoluzione del gioco e la finalizzazione è svolta con gesti istintivi a scapito della precisione anche a 5 metri dalla porta. Errori tecnici che non raggiungono l’Eccellenza… All’8’ la Godigese manifesta la propria presenza su calcio piazzato con un fendente di Lazzaro che si perde nella concitata mischia innescata davanti a Giacomo Fantin. Subito dopo il pericolo per i pali bianco verdi arriva dalla bandierina, ma nell’area padovano nessun castellano riesce a incidere. All’11’ è Masiero su calcio franco a tentare la sorte, ma la traiettoria del pallone esce a fil di montante. L’unica vera emozione della prima frazione la regala alla platea un allungo del Mestrino al 36’: dalla destra Rampazzo mette in mezzo un pallone radente e la  girata a colpo sicuro di Spessato è una telefonata per la presa al centro dei pali di Alberto Marcato ex Union Quinto e Campobasso.

Il riposo porta consiglio perché il valore tecnico della finale non è pari alle precedenti. C’è una maggiore combattività nel contendere il pallone, le squadre rispetto alla prima frazione giocano più corte, la compattezza tra i reparti facilita lo sviluppo a salire dell’azione e le occasioni da rete in grado di schiodare l’infruttuoso nulla di fatto cominciano a trovare l’attenzione del pubblico. Al 4’ è un tiraccio mancino di Masiero a scandire il forcing bianco verde che al 14’ sul pallone liberato corto dalla difesa castellana trova all’appuntamento ai 22 metri Masiero che scarica un violento destro incrociato che fa secco Marcato lanciato sul palo. Al 36’ sugli sviluppi di un piazzato padovano, Marangon svirgola il rinvio e la palla centra la base del palo. In tempo di recupero ancora Masiero da sotto firma il bis personale.

Galleria fotografica
Print Friendly and PDF
  Scritto da Flavio Cipriani il 29/04/2015
 

Altri articoli dalla provincia...



Stasera parte in tivù la nuova stagione di "Speciale Dilettanti"

Parte stasera (lunedì) la stagione di Speciale Dilettanti 2019/20, vetrina televisiva dedicata al mondo del calcio veneto dalla serie D in giù, realizzata da PadovaSport.tv in collaborazione con la storica emittente regionale Telecittà (canale 73). Alla conduzione Salvatore Binatti, con la squad...leggi
09/09/2019


Tombolo. Il rilancio dalla Promozione B, proiettato sul play-off...

Il Tombolo oggi al lavoro. Alle 19,30 la carovana è partita per il Piancavallo, sede del ritiro. Ligi al programma preparato nella pausa agonistica, il Tombolo al via del torneo di Promozione B, oggi nel tardo pomeriggio ha riunito le fila. Tanti i volti nuovi, molti i giovani al primo impatto con la formazione ma...leggi
01/08/2019

Campodarsego al raduno. Il primo giorno di lavoro è già alle spalle...

Appuntamento al…”Gabbiano”, E’ iniziata nel pomeriggio la stagione 2019/2020 del Campodarsego. Tutti i ragazzi convocati, i reduci dello scorso anno e i nuovi acquisti inquadrati nella rosa biancorossa. Il presidente Pagin con accanto il diesse Andrea Maniero e mister Andreucci nell'occasione ha voluto rivolgere un pensiero...leggi
22/07/2019

Campodarsego. Alberto Gomes de Pina l'arma in più dell'attacco...

Alberto Aladje Gomes de Pina, noto anche semplicemente come "Aladje" nato in Guinea il 22 ottobre  1993, ma è di passaporto portoghese è il nuovo attaccante del Campodarsego. Punta ancina, cresce nel vivaio del Padova per poi passare al Chievo e Sassuolo. Dopo il prestito all'Aprilia, dal 2014 milita in Lega ...leggi
18/07/2019

Castelbaldo. Quattro serate di finale nell' 11. Donato e Smanio

Nella foto: la Juniores del Castelbaldo Masi. Il calcio giovanile spopola Castelbaldo Masi. Sarà un finale settimana festa per le quattro categorie in cui è imperniato l’11° torneo “Donato & Smanio” rassegna che nella bassa padovana ha richiamato il fior fiore dei vivai padani....leggi
28/05/2019





Campodarsego. Tony Andreucci ora conta sui centimetri di Giorgi

Nella foto: Amadeus Giorgi nuovo ariete del Campodarsego. Il Campodarsego Calcio comunica che nella giornata di oggi è stato perfezionato il tesseramento dell'attaccante Amadeus Giorgi, che ormai da tre settimane si allenava con la formazione biancorossa, sotto gli occhi attenti di mister Antonio...leggi
05/02/2019


Mercato D. Il Campodarsego puntella la mediana e il blocco under...

Nuovo innesto al Campodarsego Calcio 1974. L’ acquisito delle ultime ore è il possente centrocampista Paul Nnodim, classe 1999. Un nuovo under che va a infoltire lo scacchiere a disposizione di Tony Andreucci. Nnodim arriva al Gabbiano con la formula del prestito dal Calcio Padova. Di nazionalità nigeriana, nato il 7 gennaio del ...leggi
30/01/2019




Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,03243 secondi