Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI AMATORI    

Edizione provinciale di Venezia


2.a cat. N. Campocroce è un super tris che porta al Lido...primato

Il Lido si fa raggiungere dallo Scorzè/Peseggia, ma a -1 vola il Campocroce...

Vai alla galleria

Nella foto: il Campocroce autore dell'impresa di battere la capolista.

Campocroce-Lido di Venezia 3-1

Campocroce: D’ Alessandro, Simonato, Bulgarello, Roncato, Braga (18’ pt Musmeci), Berton, Ballotta, Stocco (14’ st Mazzetto), De Gasperi, Zago, Pinton (37’ st Sambo)

In panchina: 12 Tomasello, 15 Martignon, 16 Lazzarin, 17 Niero.

Allenatore: Marchiori

Lido di Venezia: Alex Vianello, Squicciarini, Ruzzene, Foccardi, Ghezzo (12’ st Carboni), Scarso, Riti (21’ st Mattia Vianello), Melchiori, Pettirossi (32’ st G.L. Vianello), Fabris, Piccolo (4’ st Cappellazzo)

In panchina: 12  Zordan, 14 Barbini, 15 Zornetta

Allenatore: Storelli

Arbitro: Jacopo Longato sez. di Treviso

Reti: 40’ pt Fabris, 31’ st Ballotta, 34’ st De Gasperi su rigore 36’ st Pinton  

Note. Pomeriggio soleggiato, temperatura di 19 gradi, terreno in buone condizioni e manto erboso leggermente alto. Spettatori 130 circa.

Ammoniti: Simionato, Zago, e Pinton; Squicciarini, Melchiori e Carboni Recupero pt 1’ st 4’

Campocroce di Mirano. Vincere, solo vincere. E’ il motto che il Campocroce a -4 dalla vetta e dalla diretta antagonista del 27° turno, il Lido di Venezia, spera di coronare. E l’undici di mister Marchiori vi riesce, meritatamente. Il campionato è riaperto. E’ il test clou del girone N, ma di mezzo a origliare sull’andamento della gara tra i gialloverdi e l’undici di mister Storelli c’è il temuto Scorzè/Peseggia, a 3 punti dalla capolista. Un confronto chiave nel rush di fine stagione, ha motivo di richiamo nella vetrina dei ricordi. I precedenti in casa gialloverde fotografano un marcato equilibrio. Lo testimoniano le ultime 5 sfide concluse con tre pareggi e una vittoria per parte. Nel rovistare l’archivio, i trascorsi testimoniano lo scoppiettante 3-3 del 23 Dicembre ’12; a seguire c’è l’impennata lagunare con lo 0-2 del 9 Marzo ’14. L’affermazione del Campocroce (1-0) è datata 8 Marzo ’15. Negli ultimi due faccia  afaccia il responso del campo ha accomunato due verdetti da “ics”: 0-0 il 3 Aprile ’16 e l’1-1 del torneo scorso, il 19 Marzo ’17.

Il via della gara scivola di 20’ il tempo che permette al portiere del Lido Alex Vianello di raggiungere con una certa flemma il rettangolo di gioco e entrare a referto privo del rituale riscaldamento. E’ un Campocroce che da subito fa capire le proprie velleità. I bianco-verdi si muovono compatti, presidiano con ordine la mediana ospite e al’11’ è Zago dai diciotto metri su una palla a uscire dall’area a alzare il lob che mette in crisi il lanciato A. Vianello; la traiettoria si perde a fondo campo. La capolista, sorniona e attendista, favorita nel primo tempo da una leggera brezza che spira a favore dei propri attacchi, al 19’ porta lo scompiglio nei sedici metri di casa, ma D’Alessandro non corre pericolo. Il Campocroce muove palla con solerzia, conquista parecchi rimpalli e campo con rapidità, ma viene meno la reattività sottoporta. Nei venti metri finali l’azione di casa per tutta la prima frazione non trova le coordinate e lo spazio necessario per impegnare Alex Vianello che si fa notare in una uscita di pugno e un paio di sospensioni a contatto con De Gasperi. Nemmeno sulle palle inattive, tre piazzati e un paio di corner, gli avanti bianco-verdi riescono a creare grossi fastidi a Alex Vianello. Al 40’ i biancocelesti rompono il ghiaccio: sul rapido aggiramento portato sulla destra sull’incursione a sostegno di Squicciarini, il taglio basso del laterale è arpionato in prossimità del vertice dell’area di porta da Piccolo che spalla alla porta s’inventa una rovesciata a mezza altezza che incrocia davanti lo specchio della porta e rotola in rete all’altezza del palo lungo. Un gol di pregevole fattura per coordinazione e precisione. Ci si attende l’immediata reazione di Roncato e compagni, ma la barriera alzata in prossimità dei venti metri dal Lido è invalicabile. Riposo.

Nel secondo tempo arruffone e concitato, la partita per un lungo periodo scade di tono. Il Campocroce non perde mai la bussola, mantiene la concentrazione e cresce alla distanza, mettendo in vetrina al 19’ un gran diagonale di Stocco che si perde di poco sul fondo. Superata la mezz’ora di sterile forcing l’undici di Marchiori è ripagato dal tris che Ballotta cadenza al 31’; 3’ dopo Jacopo Longato assegna il penalty ai bianco verdi per una scivolata (forbice) in recupero su Zago smarcato sul secondo palo e 120” dopo è Pinton a sferrare il colpo del ko (sul primo tiro al volo superlativa è la risposta di D’ Alessandro) che nulla può sul secondo tentativo di mezzo volo dell’estrema mancina che corre a festeggiare il gol  che congela il match. Sfida di vertice che si congeda dal pubblico con l’ultima emozione, il palo esterno colpito da Mazzetto a coronamento di uno show in velocità sulla corsia di destra.

Galleria fotografica
Print Friendly and PDF
  Scritto da Flavio Cipriani il 08/04/2018
 

Altri articoli dalla provincia...




Mercato Clodiense. Il team lagunare scippa Tattini al Cesena e Forlì

Oggi l'incontro e la firma alla presenza di patron Bielo, domani in campo agli ordini di mister Mario Vittadello. Il nuovo innesto in casa amaranto è il 28enne (domani, giovedì 22 novembre festeggia il compleanno) Marco Tattini attaccante e al tempo stesso trequartista che dopo sei stagioni lascia l'Imolese. Il fanta...leggi
21/11/2018






Il derby del Lemene. Juliasagittaria-Portogruaro st. 1-1...

Nella foto: la tribuna di Concordia a pochi minuti dal via. Juliasagittaria-Portogruaro 1-1 Juliasagittaria: Finotto, Montagner (40' st Segatto), Battstutta, Zanotel, Dassiè, Flaborea**, Costantini, Benedet (33' st Mannino*), El Khayar*, Pava...leggi
27/10/2018

Promozione D. Il derby del Lemene, un testa coda a rischio...

Nella foto: Stefano Della Bianca, il grande ex, in casacca del Città di Concordia nei trascorsi della serie D. Un derby da incorniciare, è il derby del Lemene…Sabato alle ore 15, 30, la succosa anticipazione a Concordia Sagittaria. E’ un testa-coda dalle mille sfaccettature. Se...leggi
25/10/2018





Triangolare. A Sandonà e Campodarsego, si aggiunge il Venezia...

Cambio di programma... Succede, in meglio. La prevista amichevole in calendario per sabato 11 allo "Zanutto" di S. Donà di Piave tra il Sandonà di Giovanni Soncin e il Campodarsego di Antonio Paganin sposta l'attenzione al "Mario Davanzo" a pochi passi dal centro cittadino. Una scelta...leggi
08/08/2018

Mercato Clodiense Chioggia. Quattro gli arrivi in Laguna...

Nella foto: il centrocampista Marko Djuric in arrivo dagli abruzzesi del Francavilla. In attesa di completare l'operazione che porta al n° 1, la riconferma del portiere Corasaniti di proprietà del Cittadella, la Clodiense/Chioggia e il diesse Tonicello hanno ...leggi
15/06/2018

Bomba sulla serie D. A Chioggia si è dimesso Max De Mozzi...

Chioggia. E' stata una mattinata (un 1° Maggio amaro...) di confronto al "Ballarin" di Chioggia tra il presidente della Clodiense/Chioggia Ivano Boscolo Bielo e il tecnico vicentino Masimiliano De Mozzi. Una chiarificazione pacata tra due persone molto legate, che si stimano e hanno in comune il bene della Clodiense...leggi
01/05/2018












Serie D. Campodarsego sull'altare del girone C dopo 16 mesi...

Il binomio patron Daniele Pagin-Gementi, si gode la vetta dopo mesi di sacrificio. Campodarsego. Il primato tracciato in un cammino, Gold… Il Campodarsego da oggi pomeriggio è la capolista in solitario  del girone C. Un primato che in casa biancorossa non si godeva dal prematuro avvio ...leggi
14/01/2018


Martellago, si cambia...Albino Piovesan subentra a Teo Carrer...

Nella foto: Albino Piovesan nel suo ingresso sul rettangolo di Martellago in occasione della finale di Coppa Italia. Il calcio dilettanti e l'Eccellenza Veneto registrano una nuova defezione. E' l'esonero dalla panchina del Real Martellago di Matteo "Teo" Carrer. Il verdetto del campo...leggi
18/12/2017


Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 1,03923 secondi