Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI AMATORI    

Edizione provinciale di Treviso


Eccellenza B. Il Nervesa dopo 20 anni fa suo il test contro il Falmec

Nella foto: Michele Baldi. Il tecnico si è messo alle spalle una diretta rivale alla salvezza.

Nervesa-Vittorio Veneto 2-0

Nervesa: Mion***, Anselmi**, Biasi Manolache (8’ st Franchetto), Pinarello***, Ton, Verruschi (45’ st Rosetto**), M. Visentin (26’ st Rey Luna),  Fracaro*, De Martin, Concas (14’ st Sandri), Cibin (8’ st Sciancalepore)

In panchina: 12 A. Visentin****, 13 Dametto**, 16 Marcon***, 20 Mason

Allenatore: Michele Baldi

Vittorio Veneto Falmec: Bance***, Galeja** (14’ st Serafin*), Spader, Dell’Anna, Slongo, Maiutto (1’ st Enamoto**), Casagrande**, Voltarel***, Ndiaye**, D’ Incà, Agostini.

In panchina: 12 Sarailjc***, 13 Bottecchia*, 15 Furlan****, 16 Troyer**, 17 Del Grosso*, 18 Mutton**, 20 Antonio Martina

Allenatore: Paolo Zoppas

Arbitro: Andrea Terribile sez. di Bassano del Grappa

Assistente n° 1: Jacopo Albertin sez. di Padova

Assistente n° 2: Efrem Pantarotto sez. di Portogruaro

Reti: 20’ st Ton, 33’ st Franchetto

Note. Pomeriggio soleggiato, temperatura di 14 gradi, terreno molle ma in discrete condizioni, spettatori 130 circa.

Ammoniti: Dell’Anna, Verruschi, Agostini

Espulso al 30’ st Agostini (rosso diretto)

Recupero: pt 1’ st 3’

Nervesa. Playout, rovente… A togliere le castagne dal fuoco ci hanno pensato i due centrali difensivi, Ton e Franchetto…La storia e la statistica nel tiepido e variabile pomeriggio del “Gipo Viani” accendono un bagliore di luce a favore dei rossoblù che si oscura all’ombra del monumento di Francesco Baracca. Per vincere servono i gol. In riva al Piave, Nervesa e Vittorio Veneto, due 11 tra i più spuntati del girone, li hanno seminato col contagocce. Allineatesi per competere nella seconda fascia della classifica, i due club della Marca affidano le proprie aspirazioni alla “dea bendata”, ma di frecce al proprio arco ne contano pochine. Parlano a sfavore i gol fatti: 12 il team di Michele Baldi e solo 8 quelli insaccati dai ragazzi di Paolo Zoppas. Attacchi sputati, ma nel dare lustro al passato, il Nervesa che confida nell’allungo sui rivali, il derby trevigiano non lo vince da a quasi 19 anni. L’ultima impennata si concretizzò il 23 gennaio 2000 con l’1-0firmato da Massimo Cesca. In panchina sedevano Demetrio Cagnin e Domenico Del Puppo. Nel dare forma alla sfida lo score ventennale mette a fuoco lo stratosferico filotto rossoblù. Un Vittorio Veneto che non ha dato respiro ai bianco-celesti (nel passato neroazzurri). La cadenza delle vittoria inizia nel ’97 con il 2-1 ospite. Segue lo 0-0 del 26 settembre 2004. Un trittico di affermazioni sull’1-0 scandiscono la supremazia nel 2006, ’07 e ’08. Il 22 novembre 2009 il bottino di reti insaccato dai vittoriesi regala un brillante 3-1. C’è poi una fase di stasi e due “ics” (1-1) caratterizzano le sfide del 17 febbraio 2013 e del 19 aprile 2015. Ma c’è l’ultima chicca che accende l’ennesimo disco rosso sul cammino dei padroni di casa che il 6 dicembre ‘15 cedono per la sesta volta su dieci testa a testa, l’intera posta. E un derby da vincere e il Nervesa i tre punti li rincorre dal 14 ottobre, dal 3-1 alla Calvi Noale dell’ex “Teo” Vianello. Non gioisce nemmeno il Falmec che l’unico pieno dell’annata l’ha coniato al “Baracca” di Mestre.

Il deciso fischio d’inizio del bassanese Andrea Terribile innesca l’agonismo e sono tre gli interpreti che si presentano da ex: Concas e De Martin tra i padroni di casa; il mancino Ruben D’Incà sulla trequarti ospite. Nelle scelte tecniche di mr. Baldi apre a nuovi interrogativi i mancati impieghi di Mason, Rey Luna e Sciancalepore, tre uomini che in avvio di stagione erano gli uomini indicati a formare il tridente offensivo biancoceleste. Qualche variazione tecnica la presenta pure il Falmec che rilancia sulla destra l’incostante Casagrande, mentre nelle retrovie Galeja è preferito a Serafin che siede in panchina. L’avvio soporifero è il segnale che su entrambi i fronti non si vuole rischiare. Il primo quarto di gioco vola privo di sussulti e i due estremi la fanno da spettatori. Qualcosa si muove al 22’ con una sortita ospite e la conclusione dalla distanza di Agostini che Mion blocca in due tempi. L’accelerata rossoblù dà la sveglia ai padroni di casa che al 29’ affondano la giocata ravvicinata con il destro radente di Pinarello che Bance argina di piede e la deviazione si perde in fallo laterale. Sembra accendersi il match e al 31’ è l’ex D’ Incà a innescare il sinistro con una fiondata dai 30 metri che lambisce i pali di casa. Il Nervesa timoroso nell’attaccare l’area ospite, bada a limitare le incursioni ospiti e i pericoli sottoporta. Una disposizione al contenimento che permette al Vittorio Veneto di mantenere alto il baricentro. Nel finale di frazione su azione d’angolo p l’avanzato Slongo, in mischia concludere a colpo sicuro, ma la girata bassa esce di un palmo dai pali.

Riposo. La pausa porta consiglio. Nel primo quarto mister Zoppas inserisce forze fresche; lo segue nel dare più frequenza all’azione Michele Baldi. Al 2’ è il Falmec a farsi vivo nei sedici metri con un guizzo di Galja che innesca la giocata di Ndiaye che scheggia la trasversale. Altra pausa di studio e al 20’ il Nervesa fa colino in area avversaria. Dal piazzato di M. Visentin scaturisce il gol del centrale e capitano Ton che svetta in acrobazia e spinge il pallone alle spalle di Bance. Il pallone nella sacca rafforza le quotazioni del Nervesa che difende a petto in fuori. Al 30’ però gli dà una mano Agostini: prima si becca il “giallo” da Terribile che in seconda battuta e in un flash gli sventola il rosso diretto. Il Vittorio Veneto chiude in inferiorità numerica e subisce il raddoppio al 33’ sul gol propiziato dal taglio di Anselmi e la stoccata al volo di Franchetto. Per il Falmec è notte fonda e la crisi si fa più nera della pece. Il Nervesa da questa sera respira in doppia cifra, ma la strada che porta alla salvezza è ancora irta di insidie.

Print Friendly and PDF
  Scritto da Redazione Venetogol il 24/11/2018
 

Altri articoli dalla provincia...



Consorzio TV. L'Eccellenza è alle porte. Nervesa, il partner

I rumors di un club allargato prende sempre più piede e da una mese (le voci si sono allargate a macchia d'olio tra gli adetti ai lavori più presenti) c'è pure il punto estremo l'Eccellenza (la futura categoria in cui giocare). Il Consorzio Treviso è prossimo a salpare, in Eccellenza, e tutti lo d...leggi
11/05/2019



Torneo Città di Cordignano Giovanissimi. L'Orsago primeggia...

Nella foto: i vincitori del "Città di Cordignano". Nel torneo Giovanissimi Città di Cordignano 2019 è l’Orsago ad alzare il trofeo. Nell’atto finale, i primi 30’ hanno offerto un condensato di corsa con squadre sfilacciate nel rilanciare l’azione e rare occasi...leggi
03/05/2019























Terza cat. a Nord-Est. Il primato non ha padrone. Juve in prima fila

Nella foto: mister Gorgogline tecnico dela Juventina Mugnai. La Terza categoria a Nord/Est. Riparte Belluno. Tolta la ruggine con la ripresa scandita dal trofeo “Dolomiti”, le 4 big che hanno guadagnato le semifinali  del torneo, puntano a aprirsi la strada che indirizza alla  Secon...leggi
28/02/2019





Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,93309 secondi