Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI AMATORI    

Edizione provinciale di Belluno


Eccellenza B. Super Luparense. Il S.G.S è alle corde, piegato sul 2-0

Nella foto: mister Cunico, una giornata di... sole per i "lupi" che volano al comando in solitario.

Luparense-S. Giorgio Sedico 2-0

Luparense: Lovato**, Gentile ***, Daniel Beccaro, Tressoldi, Maistrello Cristian Beccaro, Girardi** (34’ st Gonella***), Spadari, Pietribiasi (31’ st Fantinato), Rondon (22’ st Marchiori), Baido (34’ st Favaro)

In panchina: 12 Martorel***, 13 Civiero, 14 Materasso, 18 Mesi***, 20 Savio***

Allenatore: Enrico Cunico

San Giorgio/Sedico: Della Colletta***, Vallata*** (39’ s Vogli***), Malacarne (40’ st Moretti), Dassiè, Brustolon, Loat, Pilotti, Chitolina (31’ st Salvador***), Scroccaro* (20’ st Lazzarin***), Radrezza, Marcolin (17’ st Bez)

In panchina: 12 Gasparello**, 18 Doriguzzi*, 19 Del Col**, 20 Bernardes

Allenatore: Bruno Gava

Arbitro: Andrea Mazzer sez. di Conegliano Veneto

Assistente n° 1: Thomas Storgato sez. di Castelfranco

Assistente n° 2: Alessandro Civettini sez. di Legnago

Reti: 40’ pt Girardi, 45’ st Fantinato

Note. Pomeriggio velato e umido, temperatura di 14 gradi, terreno scivoloso ma in ottimo stato, spettatori circa 600 con buon seguito bellunese

Ammoniti: Brustolon, Chitolina, Tressoldi

Recupero: pt 1’, st 4’

(*) under del big-match: *’98, **’99, ***’00, ****’01

San Martino di Lupari. Verdetto all’inglese e la Luparense dichiara nelle scontro diretto la propria aspirazione: salire in serie D. Il S. Giorgio Sedico esce bocciato, ma l’evanescenza del proprio attacco in una gara così delicata ha fatto capire che i “lupi” godono di uno spessore tecnico che non ha nulla a vedere con la categoria. Alla vigilia del big-match i numeri del campo manifestano un marcato equilibrio. Nove vittorie a testa, e una sola macchia: i “lupi” l’hanno incasellata in casa un mese fa contro il Lia Piave, l’imbattuto S. G. S. la nota stonata l’ha fatta echeggiare tra le mura di casa contro il Mestre. E’ una sfida che le due regine giocano a rimorchio della vittoria centrata nell’anticipo dal Mestre che ha accorciato le distanze, ed è salito a quota 28, a -1 dalla vetta.

Formazioni ben delineate con mister Cunico che punta alle geometrie di Spadari e Rondon e sacrifica la punta Fantinato. Novità anche tra i pali dove Lovato si prende il ruolo di titolare relegando Martore in panchina. Ligio all’ordine tattico anche mister Gava fa pretattica. Fuori la torre Ivo Bez,  la difesa si affida a due under intorno ai quali porta la propria esperienza Brustolon con il brasiliano Chitolona a sostegno in doppia battuta con Loat a completare il quadrilatero. In attacco le due punte Radrezza e Marcolini hanno campo per spaziare con il sostegno di Pilotti. La cerniera mediana è gestita da Dassiè, Scroccaro e sulla sinistra è la spinta di Malacarne a portare la superiorità al cross. Si inizia con 7’ di ritardo rispetto alla tabella di marcia. Nei primi 20’ la gara non decolla. Troppa è la paura di scoprirsi all’avversario. Sale in cattedra la Luparense al 22’ con baido che pennella per Pietribiasi la cui girata di testa non incide. Al 2’ è C. Beccaro a servire e smarcare all’affondo Baido che per imprecisione emula il compagno. Il monologo dei “lupi” non dà tregua alla retroguardia bellunese che al 38’ rischia ancora sul taglio di Rondon che Pietribiasi non finalizza con la dovuta cattiveria e precisione. Pietribiasi è in vena di sprechi 1’ dopo  sull’ennesima invenzione-cross di Baido l’ex bomber di Bassano e Campodarsego spreca tutto con l’incomprensibile errore da sottomisura. Al 40’ il forcing ripaga i rossoblù di Cinico che rompono il ghiaccio: gran bel traversone di Beccaro per l’entrata da dietro di Girardi e il piattone volante non dà scampo a Della Colletta che è costretto a chinarsi in fondo al sacco. E’ un vantaggio meritato perché il S. Giorgio Sedico per lunghi tratti l’ha fatta da spettatore senza mai arrivare al concreto. Nei secondi finali è ancora Pietribiasi a maledire la porta avversaria: sulla palla filtrante nell’area di rigore, la correzione in scivolata del centravanti è arginata sulla linea di porta da Loat che ribatte e salva la porta dal raddoppio rossoblù. Ripresa. Al 2’ e’ ancora C. Beccaro e catapultare l’ennesima palla-gol per Bado che non la prende. Una delle poche occasioni da testimoniare il S. G. S sviluppa a13’ con il suggerimento di capitan Pilotti per Marcolin con non infierisce. E’ una ripresa che i padroni di casa gestiscono con sapienza e al 45’ mettono la parola fine con il raddoppio di Fantinato.

Print Friendly and PDF
  Scritto da Redazione Venetogol il 25/11/2018
 

Altri articoli dalla provincia...




Juniores Nazionali. Domani gli ottavi con Modena-Union Feltre

Nella foto: il Modena Juniores Naz. fc. Modena. La final-four a vista…C’è il titolo e lo scudetto cucito sulle maglie della Reacanatese (in piena corsa per la riconferma) da conquistare. Modena-Union Feltre (gara di andata degli ottavi di finale), per l’undici di mister Capellaro è un biv...leggi
28/05/2019















Terza cat. a Nord-Est. Il primato non ha padrone. Juve in prima fila

Nella foto: mister Gorgogline tecnico dela Juventina Mugnai. La Terza categoria a Nord/Est. Riparte Belluno. Tolta la ruggine con la ripresa scandita dal trofeo “Dolomiti”, le 4 big che hanno guadagnato le semifinali  del torneo, puntano a aprirsi la strada che indirizza alla  Secon...leggi
28/02/2019












Ore 10,44. Celarda imbiancato. Cavarzano-Fiori Barp al rinvio...

Cavarzano-Fiori Barp l'anticipo della 1^ categoria G volge al rinvio. Emblematica la foto che evidenzia lo stato del terreno di gioco richiesto dal club ggiallorosso per ovviare all'impraticabilità del Camp-de-Nogher. Vista la neve caduta ieri pomeriggio, il manto sintetico del rettangolo di Anzù di Feltre (foto scattata pochi minuti...leggi
02/02/2019



Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,87840 secondi