Quantcast

Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI AMATORI    

Edizione provinciale di Vicenza


Eccellenza. Schio: il nuovo attaccante Enoch Gyimah si presenta

Classe 1999, arriva dalla Virtus Cornedo

Vai alla galleria

Forte giocatore e punta preziosa, l’attaccante Enoch Gyimah, classe 1999, proveniente dal Virtus Cornedo (Promozione), è pronto a scendere in campo con i colori del Calcio Schio nel campionato d’Eccellenza in partenza.

Enoch, partiamo dagli inizi e ripercorriamo insieme la tua carriera.
«Ho iniziato a giocare a calcio da piccolo, a 8 anni, in Ghana. Sono ghanese. Giocavo nella scuola calcio, tipo Alto Academy, nel mio paese e andavo a scuola. Sei anni fa mi ha visto un procuratore e mi ha portato qui in Italia. Da cinque anni sono nel Bel Paese e, appena arrivato, sono andato a Rimini. Ho fatto le giovanili nel Rimini e sono volato in Spagna per un paio di tornei. È andato tutto bene, però non avevo documenti e non sono riuscito a giocare. Tornato in Italia mi sono trasferito a Marano, all’AltoVicentino, al tempo in Serie D. Con loro sono stato un anno in prima squadra e ho giocato con grandi giocatori come ad esempio Trinchieri, bravo attaccante che mi è piaciuto tanto. Successivamente ho avuto un paio di offerte per andare in Primavera di club di Serie A, ma purtroppo mi sono fatto male e non sono riuscito ad andare. Sono stato a casa per 3 mesi e quando mi sono ripreso sono andato a Bologna, al Sasso Marconi in Serie D. Dopo una stagione, mi hanno chiamato alla Primavera del Bologna: ho fatto con loro allenamento e sono andato in prestito a Carpi. Avevo problemi con i documenti e non sono stato tesserato. Rientrato in Veneto, sono andato a Valdagno. Il capitano del Cornedo, Augusto, mio amico, mi ha detto che in squadra avevano bisogno di un attaccante forte. Non voglio dire che sono un fenomeno, ma faccio quello che devo fare. Mi ha chiamato allora il direttore sportivo Santagiuliana, diventato quasi come mio fratello. Era un’occasione per dimostrare cosa posso fare. Il primo anno è andato bene. Siamo andati ai playoff, ma purtroppo non siamo riusciti ad andare avanti. L’anno scorso ci siamo fermati a causa del Coronavirus a otto partite dalla fine, magari potevamo salire. E anche quest’anno stavamo facendo bene, eravamo primi e poi di nuovo lo stop».

E ora il tuo arrivo a Schio.
«È un bell’ambiente e la società mi piace. Ho Cornedo sempre nel cuore, ma Schio mi piace. Sono qua e posso dire che darò il mio massimo. Lavoriamo insieme con il gruppo. Con la squadra che abbiamo adesso secondo me possiamo fare qualcosa. Spero bene. Speriamo di arrivare dove dobbiamo arrivare».

Enoch, sogni e obiettivi.
«Per adesso sono a Schio, in prestito per un paio di mesi. Al momento sto pensando e spero, con la squadra, di riuscire a vincere il campionato. È dura perché ci sono compagini forti come ad esempio Bassano, Montecchio e Vigasio. Anche noi siamo forti: nel calcio tutto è possibile. Quando scendo in campo il mio obiettivo è vincere, sempre. Il mio sogno è diventare un grande giocatore come Modric. Anche se è un centrocampista, mi piace il suo gioco».

Ufficio stampa Calcio Schio

Galleria fotografica
Print Friendly and PDF
  Scritto da Redazione Venetogol il 02/04/2021
 

Altri articoli dalla provincia...




Vigilia di campionato per il Bassano. Giacometti: "Siamo pronti"

Mancano poche ore all’esordio in campionato del Bassano. La prima giornata di Eccellenza vede i giallorossi di mister Maino impegnati domani alle 15.30 al “Mercante” con il Camisano: porte chiuse, diretta streaming sulle pagine Facebook di entrambe le società. Ne parlia...leggi
17/04/2021



Alessandro Sacchetto: "Il mio arrivo a Schio è stato inaspettato"

Alessandro Sacchetto, originario di Caldogno, indossa ora la maglia giallorossa in Eccellenza. Dopo le esperienze nelle giovanili del Vicenza e dopo aver rappresentato in prima squadra i colori del Caldiero, del Villafranca e del Pozzonovo, il difensore classe 2000 arriva al Calcio Schio. ...leggi
06/04/2021

Eccellenza. La lettera aperta del Calcio Schio

Riceviamo e pubblichiamo la lettera aperta del Calcio Schio «Come società vogliamo ringraziare il Tecnico uscente, Davide Zenorini, per il lavoro svolto in tutti questi anni a Schio. Con la sua professionalità, la tecnica e il rapporto creato con i gioc...leggi
27/03/2021



Eccellenza. Il punto sul Camisano con il DS Enrico Nardi

Nella foto: l'allenatore Federico Molinari dà indicazioni a Mattia Maistrello. In un’Eccellenza che sembra a compartimenti stagni per quanto riguarda le province (proseguono la stagione 6 veneziane su 6, ma solo due trevigiane su 11 e solo una padovana su 7), non fa eccezione Vicenza...leggi
24/03/2021


Serie D. Thomas Fantoni è un nuovo portiere del Cartigliano

Il Cartigliano del direttore sportivo Leopoldo Torresin ha tesserato il portiere Thomas Fantoni (nella foto), bassanese classe 2001, cresciuto nelle giovanili del Bassano e poi del Bologna fino alla formazione Primavera. Dallo scorso ottobre era al ...leggi
15/03/2021



Serie D. Per l'Arzignano Valchiampo tre gol e tre punti ad Adria

Serie D, girone C, 5^ giornata di ritorno L’Arzignano Valchiampo ritorna al successo e al termine di una partita di grande sostanza sul sempre ostico “Luigi Bettinazzi” di Adria vince per 3-1 e conquista tre punti dal peso specifico elevatissimo nell’economia del campionato. Era t...leggi
07/03/2021



Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,07375 secondi