Quantcast

Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI    

Attività giovanile: ecco le regole sulle richieste di rinvio per Covid

Nel calcio a 11 una società può fare domanda se ci sono più di 6 casi nel gruppo squadra

Dopo le disposizioni relative al rinvio delle gare per Covid in Serie D (possibile solo con più di 10 positivi nel gruppo squadra) e nei campionati regionali e provinciali Lnd (più di 8 positivi), oggi sono state rese note le modalità per i rinvii che riguardano l'attività giovanile 2022/2023.

Ecco il comunicato:

Il Comitato Regionale Veneto

con riferimento alle indicazioni generali di cui ai Protocolli FIGC, da applicare alle società giovanili partecipanti ai campionati regionali/provinciali/distrettuali 2022/2023, al fine di disciplinare lo svolgimento dell’attività e nello specifico le gare ufficiali, nell’ipotesi in cui sia accertata la positività al virus SARS-CoV-2 e/o la disposizione di provvedimento di isolamento di uno o più calciatori tesserati per le squadre partecipanti ai campionati dilettantistici e giovanili agonistici 2022/2023, in considerazione della corrente situazione epidemiologica e nel rimandare a quanto contenuto nelle indicazioni generali del 6 luglio 2022,

dispone quanto segue:

1. Nell’eventualità in cui uno o più calciatori/calciatrici della squadra risulti/risultino positivo/a-positivi/e al virus SARS-CoV-2, o in isolamento in quanto individuati come contatti stretti ad alto rischio, nel rispetto e secondo le modalità di quanto previsto dalle disposizioni governative e dai richiamati Protocolli, il/i soggetto/i e lo stesso/i-stessa/e non potrà/nno essere schierati/e in campo.

2. In tale ipotesi la società dovrà comunicare al Comitato Regionale Veneto, sempre a mezzo PEC all’indirizzo segreteriacrv@pec.it il/i soggetto/i positivo/i (calciatori/calciatrici) e/o in isolamento come previsto dai protocolli appartenenti al gruppo squadra già in possesso del C.R.V.

3. La società, a propria discrezione, potrà richiedere quindi il rinvio della gara solo se il numero dei calciatori/calciatrici positivi/e posti/e in isolamento nei giorni della settimana antecedente la gara, sia superiore a 6 (SEI) per il Calcio a 11 e più di 4 (QUATTRO) per il Calcio a 5. In tale ipotesi, sempre a mezzo PEC indirizzata a segreteriacrv@pec.it entro e non oltre le 24 ore precedenti, la società dovrà comunicare suddetta circostanza al Comitato Regionale Veneto che, espletate le opportune verifiche, provvederà al rinvio della gara. In caso di giornata di chiusura degli Uffici si rimanda a quanto pubblicato con C.U. n. 55 del 15/12/2021.

4. Nella sola attività di Calcio a 5, nell’ipotesi in cui, invece, fino a 4 calciatori/calciatrici positivi/e, ci siano più di n. 1 portiere, la società potrà, a propria discrezione, comunicare tale circostanza al Comitato Regionale Veneto, sempre a mezzo PEC segreteriacrv@pec.it entro il venerdì precedente, che, espletate le opportune verifiche, provvederà all’eventuale rinvio della gara.

5. Rimane scontato che le richieste di rinvio dovranno sempre essere corredate dalla relativa documentazione rilasciata dalle autorità competenti.

6. Per le gare successive a quella rinviata per positività di calciatori/calciatrici e/o disposizione del provvedimento di quarantena, gli stessi/e calciatori/calciatrici non potranno essere conteggiati nel computo complessivo di cui al precedente punto 1. Ai fini della richiesta di rinvio, non saranno considerati/e nel computo del numero di calciatori/calciatrici previsti, in base a quanto riportato nei precedenti punti 3 e 4, i casi positivi che riguardano i nominativi inseriti nell’elenco comunicato al C.R.V. da meno di 10 giorni.

Quindi la società potrà, a propria discrezione, richiedere il rinvio della gara quando nella settimana della stessa soggetti positivi al virus SARS – CoV-2 e/o nel caso di soggetti posti in isolamento dalle Autorità preposte in numero di:
n. 2 portieri (solo nell’attività di Calcio a 5), oppure più di 6 calciatori nel Calcio a 11 o più di n. 4 calciatori nel Calcio a 5 indipendentemente dal ruolo

7. Una volta negativizzato il calciatore/calciatrice dovrà attendere non meno di 7 giorni per gli “under 40” e non meno di 14 giorni per gli “over 40”, tra la guarigione documentata dal Covid-19 e l’esecuzione dell’attestazione “Return to Play” da parte di un qualsiasi medico specialista in Medicina dello Sport, quindi anche quello della società se in possesso del titolo (nb: è solo consigliato, e non obbligatorio, il medico che ha rilasciato il certificato di idoneità vigente). Il Comitato Regionale e le Delegazioni decideranno sul rinvio della gara in virtù della documentazione prodotta.

Print Friendly and PDF
  Scritto da Alberto Zamprogno il 09/09/2022
Tempo esecuzione pagina: 0,04253 secondi