Quantcast

Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI    

Viareggio Cup: la Rappresentativa D esce ai quarti. Fatali i rigori

Il Brazzaville la spunta dopo che il match si era chiuso a reti bianche

Vai alla galleria

Un epilogo così crudele solo il calcio sa scriverlo. Dopo aver sfiorato il vantaggio più volte durante i 90’, essere andata sopra di un gol nella serie finale dei rigori, la Rappresentativa Under 18 Serie D si è fermata sulla traversa e sui guantoni del portiere congolese che ha spinto il Centre National Brazzaville nella semifinale della Viareggio Cup. La squadra di Giuliano Giannichedda (il cui vice è il trevigiano Sergio Arnosti) ha quasi toccato con le mani il risultato migliore di sempre della selezione D, centrato una sola volta in diciassette edizioni, nel 2010. L’esito della gara può essere casuale, la prestazione no. Anche questa volta la D non ha sbagliato quasi nulla con una squadra tattica e organizzata come quella congolese. Per quanto certamente rispettassero la D, non credo che il Brazzaville si aspettasse un’avversaria così forte e solida, in grado di rispondere colpo su colpo.

La Rappresentativa ha rischiato veramente poco sfiorando il vantaggio in un paio di occasioni. Nella serie finale dei rigori i blu sono andati avanti grazie ad una prodezza di Tirelli. Una traversa e la parata del quinto penalty di Bonazebi ha ribaltato il destino della D.

Non è finita una favola perché non lo è mai stata. Dietro al risultato sportivo c’è lavoro duro, perseveranza e passione. La D lascia il torneo da imbattuta con un solo gol subito in cinque partite e con l’orgoglio di aver schierato in campo, durante la competizione, tutti e ventuno i giocatori di movimento. Sono dati inoppugnabili che attenuano in parte la delusione per un’eliminazione beffarda.

Per arrivare così lontano è fondamentale un’identità forte non solo in campo ma anche nello spogliatoio, e quella la Rappresentativa se l’è costruita in fretta. Sembra facile ma non lo è come non è facile vincere assemblando in soli due mesi un gruppo fatto da giocatori provenienti da club profondamente diversi.

Per il selezionatore Giuliano Giannichedda è il momento di tirare le somme: “Fa male essere usciti dal torneo così ma siamo qui non solo per vincere ma per proporre gioco e giocatori, responsabilizzarli. Credo che ci siamo riusciti grazie allo staff, a tutto il bel gruppo che si è creato in questi giorni. Non posso rimproverare nulla ai ragazzi, sono stati bravi, hanno affrontato questa prova con lo spirito giusto, con la voglia di migliorarsi, di andare oltre i propri limiti. Abbiamo subito un solo gol nel torneo, non abbiamo mai perso una partita nei 90’, è segno di grande concentrazione e determinazione. Abbiamo compiuto un altro passo nello sviluppo del progetto più ampio della LND. In fondo la vittoria più bella è far crescere i giovani”.

In tribuna a sostenere come sempre la squadra il coordinatore e il segretario del Dipartimento interregionale Luigi Barbiero e Mauro De Angelis insieme al consigliere Giuseppe Pandolfini.

Per Luigi Barbiero il risultato va valutato in un’ottica più ampia: "Ringrazio le società, i presidenti e gli allenatori della Serie D per aver dimostrato sempre grande disponibilità nei nostri confronti. Se siamo andati così vicino ad un risultato storico è grazie anche alla loro collaborazione. Sono soddisfatto del lavoro dello staff che ha dimostrato professionalità ed empatia, qualità fondamentali quando si allenano i ragazzi. Un ringraziamento speciale al presidente Giancarlo Abete che ci ha messo nelle condizioni ideali per lavorare al meglio".

RAPPRESENTATIVA SERIE D - CENTRE NATIONAL BRAZZAVILLE 3-4 dtr (0-0)

Rappresentativa Serie D (4-2-3-1): Tirelli; Graziani, Primasso, Mancini (cap.), Calvosa (1’ st Bucci); Virgilio (45’ st Valenti), Borgia; Tosini, Ascione (15’ st Izzo), Bassanini (1’ st Lettieri); Giacona (15’ st Isufi).
A disposizione: Antolini, Rotondi, Nisci, Di Fino, Balba, Saccomanni, Corriere, Astuti.
Allenatore: Giannichedda.

Centre National Brazzaville (4-3-3): Bonazebi; Nganda, Komono, Lebo, Nzahou; Lengomba (10’ st Wumba T.), Mbecke (25’ st Moupani), Pounga; Wumba N. (46’ st Ndzoukou), Moussavou, Bizenga (1’ st Olani).
A disposizione: De Boukono, Mafolou, Ngakeni, Douniama, Bimbeni.
Allenatore: Cesana.

Sequenza rigori: Pounga (B) gol, Primasso (R) gol, Ndzoukou (B) parato, Tosini (gol), Moussavou (B) gol, Bucci (R) gol, Wumba T. (B) gol, Valenti (R) traversa, Olani (B) gol, Lettieri (R) parato.

Arbitro: Mascelloni di Grosseto.
Assistenti: Materozzi di Arezzo e Bagnolesi Valdarno.

Note. Ammoniti: Mbecke, Lebo (B). Recupero: 0’ + 5’.

Cronaca

Dopo la squalifica Primasso torna al centro della difesa a far coppia con Mancini. Tosini parte titolare, esterno destri di centrocampo al posto di Izzo. Per il resto Giannichedda schiera la formazione che ha battuto i brasiliani dell’Ibrachina agli ottavi. I primi minuti fanno capire subito che le due squadre sono ben organizzate, coprono il campo con ordine. Tra il 9’ e l’11’ Ascione semina scompiglio nell’area avversaria ma nessun compagno ne approfitta. Al 14’ brivido per la D. I congolesi sfruttano bene un contropiede ma Moussavou spara alto da ottima posizione. Scorrono i minuti senza troppe emozioni, domina l’equilibrio. Il Brazzaville rischia con qualche sbavatura difensiva. Al 28’ Mancini in torsione di testa sfiora il palo. Tanti angoli per la Rappresentativa non sfruttati a dovere. Al 33’ è sempre capitan Mancini a provarci con un colpo di testa centrale che Bonazebi blocca con sicurezza. La partita si accende a tratti, la posta in palio è alta, gli spazi tra i reparti quasi inesistenti. Non succede più nulla, si conclude un primo tempo molto tattico.

Nella ripresa Giannichedda cambia completamente la catena di destra. Anche i congolesi apportano alcune variazioni per essere più efficaci in avanti. Al 6’ sugli sviluppi dell’ennesimo angolo per la D la sfera sfila in area ma nessuno dei blu trova la deviazione vincente. Una girandola di cambi spezza il ritmo della gara, affiora la stanchezza delle cinque gare giocate in pochi giorni. I portieri non corrono pericoli particolari e la gara si avvia lentamente verso la conclusione. Si decide tutto ai rigori. Tirelli ne para uno, Valenti colpisce la traversa, il portiere congolese blocca quello decisivo regalando ai suoi una qualificazione rocambolesca.

 

Girone 6 – Risultati e classifica

1^ giornata – 13 febbraio
Rappresentativa Serie D - Jovenes Promesas 4-0
Avellino - Mavlon 1-4

2^ giornata – 15 febbraio
Rappresentativa Serie D - Avellino 1-1
Jovenes Promesas - Mavlon 1-2

3^ giornata – 17 febbraio
Mavlon - Rappresentativa Serie D 0-1
Jovenes Promesas - Avellino 0-3

Classifica: Rappresentativa Serie D 7 punti; Mavlon 6; Avellino 4; Jovenes Promesas 0

Ottavi di finale

20 febbraio
Rappresentativa Serie D - Ibrachina 1-0

Quarti di finale

22 febbraio
Rappresentativa Serie D - Centre National Brazzaville 3-4 dtr (0-0)

Dal sito ufficiale della LND

Galleria fotografica
Print Friendly and PDF
  Scritto da Redazione Venetogol il 22/02/2024
Tempo esecuzione pagina: 0,20095 secondi